Modificare il numero di Kernel da mantenere al Boot su CentOS

By | febbraio 8, 2017

Quando un server è in funzione da diverso tempo il suo kernel viene costantemente aggiornato. L’amministratore del sistema continuerà a tenere le nuovi versioni del kernel nella partizione di /boot fino a quando questo potrebbe diventare un problema, come ad esempio problemi di spazio sulla partizione di /boot. Vediamo in questa guida come modificare il numero dei Kernel da mantenere.

Per ottenere l’elenco dei kernel disponibili basta digitare il comando:

# rpm -q kernel
kernel-3.10.0-123.8.1.el7.x86_64
kernel-3.10.0-123.9.2.el7.x86_64
kernel-3.10.0-123.9.3.el7.x86_64
kernel-3.10.0-123.13.1.el7.x86_64
kernel-3.10.0-123.13.2.el7.x86_64

Il comando yum prevede due soluzioni: una temporanea e una permanente.
La soluzione temporanea

Il comando package-cleanup offre molte opzioni interessanti.

Per installarlo, digitare:

# yum install yum-utils

Per avere un elenco di eventuali problemi di dipendenza nell’RPM DB locale, digitare:

# package-cleanup --problems
No problems found

Per sapere quali sono i pacchetti RPM che non sono richiesti da nessun altro pacchetto:

# package-cleanup --orphans
libtiger-0.3.4-7.el7.nux.x86_64
python-coverage-3.7-3.el7.nux.x86_64

Per avere l’elenco di pacchetti duplicati:

# package-cleanup --dupes

Nota: se ti rendi conto di avere qualche pacchetto duplicato utilizzando il comando precedente, basta usare l’opzione –cleandupes per rimuoverli.

Per rimuovere le versioni dei vecchi kernel, mantenendo intatte le ultime 2, digitare:

# package-cleanup --oldkernels --count=2

La soluzione permanente

Edita il file /etc/yum.conf e definisci la variabile installonly_limit:

installonly_limit=2

Il valore di default è 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *