Come mantenere attive le nostre connessioni ssh

By | gennaio 31, 2016

Come mantenere attive le nostre connessioni ssh? A volte capita di venire disconnessi da un server SSH remoto se si utilizza la connessione per qualche minuto. Per evitare ciò, è possibile configurare il nostro client SSH (file /etc/ssh/sshd_config) con le seguenti opzioni:

Host * 
Protocol 2 
ServerAliveinterval 60

La prima linea indica che la direttiva ServerAliveinterval sarà applicata verso tutti i server SSH; se invece viene specificato un nome di host specifico le impostazioni seguenti saranno valide solo per quel server SSH. La seconda linea indica che devono necessariamente essere stabilite connessioni SSH v2, in quanto la direttiva funziona solo con tale versione del protocollo.
La terza linea specifica la direttiva ServerAliveinterval, non presente nelle configurazioni di default, la quale prevede l’invio al server SSH di un pacchetto attraverso il canale criptato dopo un numero specificato di secondi di inattività, richiedendo una risposta. Tale sincronizzazione evita ogni problema di disconnessione automatica. Da notare che alcuni server SSH utilizzano comunque l’opzione TCPKeepAlive che prevede l’invio, dal server SSH al client, di un pacchetto TCP dopo un tempo fissato di idle, tipicamente due ore, ma la direttiva lato client che abbiamo impostato risulta più idonea allo scopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *